Paese che vai, caffè che trovi

Espressa caffè Ancona

 

E’ vero che l’unico e solo espresso lo si può gustare qui da noi in Italia, ma è vero anche che esistono diverse tipologie di caffè e di rituali nei più svariati paesi del mondo. Quello che è certo è che il caffè è la bevanda più diffusa e apprezzata nel mondo e la si può trovare veramente ovunque. Nel caffè non ricerchiamo e ritroviamo solo gusto e aroma ma anche un rito sociale di vicinanza e umanità.

Oggi faremo quindi un viaggio intorno al mondo alla scoperta dei caffè di paesi lontani eppure con una forte tradizione legata all’arte del caffè.

I caffè dal mondo

CAFFE’ ARABO

Partiamo dal Caffè Arabo, che in tutte le società arabe rappresenta un vero e proprio rito. Il caffè si prepara in onore di ospiti e viene preparato proprio di fronte a loro. Si comincia con il selezionare i migliori chicchi di caffè che vengono leggermente tostati in una padella, successivamente si passa ad una Caffè Espressa Anconamacinatura grossolana con un mortaio a mano ed infine viene preparata una caffettiera di rame con acqua ed il caffè tostato.
Dopodiché viene versato in piccole tazze che devono essere riempite solo per un quarto, infatti riempire la tazzina fino all’orlo è sintomo di non gradire l’ospite.
Il caffè arabo è molto speziato con sentori di anice stellato e cardamomo.

CAFFE’ ETIOPE

Anche in questo caso la preparazione del caffè è una vera cerimonia che può durare anche mezza giornata, laddove il tempo si dilata e tutto diventa magico, anche preparare un caffè.
Si comincia raccogliendo i chicchi di caffè verdi (ricordiamo che l’Etiopia è il posto dove l’Arabica cresce spontaneamente), vengono poi leggermente tostati e macinati. In un secondo passaggio si trasferisce il caffè in un’ampolla tonda con un lungo beccuccio e quando l’acqua bolle, viene trasferita in un’altra ciotola per raffreddare e solo dopo viene preparata la caffettiera.
Il caffè viene filtrato con un panno di lino e quando pronto, la padrona di casa riempie tutte le piccole tazzine senza manici. Secondo l’usanza, si devono bere 3 tazze di questa squisita bevanda scura e intensa, il caffè etiope.

CAFFE’ TURCO (diffuso non solo in Turchia ma in tutto il Medio Oriente)

Espressa Caffè AnconaSi prepara nel tradizionale bricco di ottone e rame (chiamato “cezve”) ma prima viene macinato con un macinino manuale di ottone fino a ridurre i chicchi di caffè in una finissima polvere che viene fatta bollire due volte.
Una volta pronto, il caffè turco viene versato in piccole tazze di ceramica e aromatizzato con varie spezie.
La procedura è lunga e ci vuole tanta pazienza.
Una notizia curiosa è che nel 2013 il caffè turco è stato dichiarato patrimonio dell’Unesco.

Scrivi una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi utilizzare questi tag e attributi HTML:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

otto − quattro =