Meglio la moka o il caffè in capsule?

 

Per tutti gli appassionati di caffè, la domanda è sempre la stessa: meglio prepararsi il caffè in modo tradizionale utilizzando la cara, buona e vecchia moka, oppure è preferibile usare una comoda e pratica macchinetta per il caffè, se non addirittura recarsi direttamente al bar per un espresso?

Prima di affrontare l’annosa questione, bisogna sempre e comunque partire dalla materia prima, ovvero, poco importa se si utilizza una moka o una macchina, la prima grande questione è NON utilizzare una miscela di caffè scadente. Dunque partiamo sempre dalla qualità del caffè, che, se viene a mancare, non c’è strumento che tenga, il risultato sarà sempre mediocre.

Ora affrontiamo in maniera metodica ed analitica la domanda posta da questo articolo.

Pregi e difetti della moka

Innanzitutto la moka è legata senz’altro alla nostra più stretta tradizione, è per noi italiani infatti sinonimo di casa e famiglia, inoltre è un piccolo rituale che accompagna i dopocena e le pause pomeridiane (ricordiamo che la caffettiera è stata creata nel 1933 da Alfonso Bialetti). Certo non è l’ideale da utilizzare se abbiamo fretta, in quanto la preparazione richiede un po’ di tempo. Inoltre, potrebbe essere necessaria una piccola pulizia post caffè, dovuta a rovesciamenti della polvere mentre si riempie la moka oppure, come spesso accade, la moka potrebbe macchiare i fornelli, facendo fuoriuscire una piccola quantità del liquido scuro mentre il caffè sta salendo.
Uno dei maggiori pregi del caffè preparato con la moka resta il costo, sempre nettamente inferiore rispetto alle capsule e alle cialde, intorno a circa 12 centesimi per ogni tazzina.

Pregi e difetti delle capsule o cialde

Utilizzare una macchinetta del caffè è sicuramente più pratico e veloce e anche dal punto di vista igienico, si tratta di una procedura più pulita. Dunque, quando si ha poco tempo, l’uso di cialde e capsule può essere un’ottima soluzione che ci permette di gustare un espresso perfetto, denso e cremoso – risultato che difficilmente può essere ottenuto con una moka.
Va aggiunto anche che, non molti sanno, che il caffè realizzato con la macchinetta è più leggero in quanto contiene meno caffeina. Come ciò sia possibile è presto detto: accurati studi hanno dimostrato che la quantità di caffeina contenuta in una tazzina di caffè dipende dal tempo in cui l’acqua resta a contatto con la polvere di caffè, più è lungo questo tempo maggiore sarà la quantità di caffeina rilasciata. Visto che il processo di filtraggio della moka è più lento di quello della macchina a cialde o capsule, se ne deduce che la quantità di caffeina rilasciata è maggiore nel caffè preparato con la moka. Dunque, a differenza di quanto si pensi comunemente, i caffè preparati con la moka contengono più caffeina e sono quindi più dannosi per la nostra salute.

Entrambe le modalità danno comunque risultati eccellenti, hanno sia pregi che difetti, rimane dunque, come sempre una questione di gusto personale, se preferire un cremoso espresso fatto velocemente con la macchinetta del caffè o un tradizionale e familiare caffè realizzato con la caffettiera!

E tu, come preferisci preparare il caffè?

Scrivi una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi utilizzare questi tag e attributi HTML:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

undici − 1 =