Cialde e Capsule per il caffè, ci sono differenze?

Espressa Caffè Ancona

 

Fino a poco tempo fa, se si desiderava prendere una buona tazzina di caffè, l’unica soluzione era recarsi nel proprio bar di fiducia per un classico espresso all’italiana, un piacere irrinunciabile tipico della nostra bella penisola.

Oggi però la situazione è molto cambiata, non serve più andare necessariamente al bar per gustarsi un buon caffè, sono sufficienti delle cialde o delle capsule per il caffè, pratiche e monodose da utilizzare nelle comode macchine per espresso sia domestiche che aziendali.

Espressa Caffè Ancona
Cialde di caffè espresso

La cialda è un prodotto già ampiamente diffuso, mentre la capsula rappresenta ancora per molti una novità, e in parecchi si chiedono quali siano le differenze tra cialde e capsule e quale delle due garantisca un miglior caffè, il più vicino possibile all’intramontabile espresso del bar.

Innanzitutto sono composte da materiali diversi:

La capsula contiene una dose di caffè macinato racchiusa in un contenitore cilindrico rigido in plastica o alluminio; La cialda invece ha del caffè macinato e pressato all’interno di un involucro in carta filtrante.

La durabilità del caffè risulta essere diversa:

Le capsule, grazie al materiale di cui sono composte ed essendo confezionate in atmosfera protettiva possono assicurare una maggiore durata nel tempo. Non solo ma, visto che ogni capsula rigida è sigillata ermeticamente e chiusa in una bustina, questo permette che nessun fattore esterno, come caldo e umidità, possa compromettere il gusto e l’aroma del caffè;
Le cialde, per quanto anche loro realizzate in atmosfera protettiva vengono battute dalle capsule in materia di conservazione e fragranza del caffè.

Un’altra differenza consiste nello smaltimento e nell’impatto ecologico:

Le cialde, essendo composte di cellulosa e fondi di caffè possono essere tranquillamente gettate nel bidone dell’umido, hanno dunque un basso impatto inquinante essendo completamente riciclabili.
Le capsule invece avendo una composizione di caffè e alluminio devono per forza essere gettate nel contenitore dell’indifferenziato.

Un’ultima diversità la si riscontra anche nel prezzo:

Espressa Caffè Ancona
Caffè espresso a casa come al bar

Le cialde, che sfruttano un sistema più diffuso, hanno un costo medio inferiore alle capsule e si aggira intorno ai 30 centesimi per cialda;

Le capsule invece, visti i materiali con cui sono realizzate e le tecniche di produzione, hanno un costo leggermente più elevato, intorno ai 35 centesimi per ogni monodose usa e getta.

Anche le macchine del caffè stesso non sono assolutamente compatibili questo significa che non è possibile utilizzare delle cialde su una macchina a capsule e viceversa.

Al di la delle differenze, quello che è certo è che ultimamente la diffusione sia di cialde che di capsule è aumentato notevolmente sia per l’estrema semplicità con cui si può gustare un buon caffè e sia perché entrambe garantiscono un prodotto altamente qualitativo, sicuro dal punto di vista igienico e senza rischi che possano compromettere il gusto e l’aroma del caffè.

Scrivi una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi utilizzare questi tag e attributi HTML:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

13 − 6 =